Centro Studi Judo

Ermanno Toni

cn. 8 dan Uisp – Ado riconosciuto il 9.03.2008

Del maestro Toni, dopo quasi 50 anni di judo al suo attivo ci sarebbe molto da dire ma, possiamo ricordare solo alcuni momenti del tumultuoso percorso formativo di questo insegnante, dalla sua iniziazione alla pratica del judo nel 1963 come recupero da un grosso incidente, al repentino passaggio alla nera, nel 1967 nell'allora Fiap (federazione italiana atletica pesante) per meriti agonistici (caso abbastanza inconsueto), il terzo posto ai campionati assoluti del 1972 , il primo posto nel Campionato a Squadre (serie C), diversi titoli regionali come diverse presenze in trofei Internazionali conseguiti negli anni di presenza e di contributi dati alla nazionale Juniores, guidata dal mai dimenticato Maestro Koike con cui, successivamente insieme ad altri, comincio’ a lavorare per la ristrutturazione del settore judo della LAM (Lega arti marziali) Uisp Ente in cui ha anche concluso la propria attivita’ agonistica.

Ovale: Casella di testo: Insegnanti
Ovale: Casella di testo: Il Centro

Nella maturita’, e’ stato per molti anni componente e Responsabile della Commissione Tecnica Nazionale Uisp-Lam, condividendo le docenze di tanti stages e dove comincio’ ad intraprendere costanti e periodici viaggi di studio in Giappone paese a cui lo lega un grande amore sia per gli amici che negli anni si e’ creato che per il grande piacere di attingere direttamente gli insegnamenti dai grandi maestri del Kodokan di Tokyo, tempio indiscusso del Judo, trasferte che effettua sempre circondato e insieme ai propri allievi di ogni livello formativo.

Il Maestro Toni da sempre intende il Judo come qualcosa che sia utile agli altri dal piu’ grande al piu’ piccolo o disagiato degli allievi, facendo totalmente suo il senso della filosofia educativa del Judo che recita: "tutti insieme per migliorare e progredire"

Questo e’ lo spirito con cui da anni insegna al Centro Studi Judo e con cui ha formato i suoi insegnanti, ha collaborato nel tempo con apparati scolastici cosi’ come ha seguito progetti G.E.T., riservati a ragazzini con problematiche caratteriali e sociali, cosi’ come la conduzione di corsi di difesa personale.